Carta dei Servizi

Carta dei Servizi

Carta dei servizi dei Centri Antiviolenza Olympia.

Accoglienza telefonica, appuntamenti, agenda, reperibilità, h72 alloggio ed emergenza, colloqui, percorsi di autonomia, prevenzione, formazione, supervisione, accoglienza in casa rifugio ad indirizzo segreto.


ACCOGLIENZA TELEFONICA

L’accoglienza telefonica avviene dal telefono del Centro Antiviolenza (CAV) o dal telefono collegato con il 1522.
In caso di emergenza la chiamata viene trasferita ad una operatrice.

 

APPUNTAMENTI

Gli appuntamenti vengono dati in base alle disponibilità ed equamente distribuiti tra le coppie di operatrici.

 

AGENDA

Le segretarie e le operatrici avranno cura di segnare ed aggiornare l’agenda degli appuntamenti. In caso di disdetta, chi riceve la telefonata dovrà avvertire l’operatrice e modificare l’appuntamento sull’agenda.

 

ACCOGLIENZA TELEFONICA AL NUMERO DI EMERGENZA

L’operatrice, in possesso del telefono di emergenza, quando riceve una telefonata  (in qualsiasi ora ed in qualsiasi giorno dell’anno) dovrà, attraverso un primo colloquio, capire le necessità e l’urgenza. Qualora ci sia soltanto la richiesta di un appuntamento il tutto verrà rimandato alla mattina seguente quando potrà consultare l’agenda degli appuntamenti.

 

REPERIBILITÀ

L’operatrice reperibile dovrà farsi carico della gestione delle chiamate per quanto riguarda le emergenze provenienti dal Codice Rosa e dalle Forze dell’ordine.

 

EMERGENZE h72

Le chiamate di emergenza provenienti dal Codice Rosa o dalle Forze dell’Ordine richiedono procedure precise ed ordinate.

  • ● Raggiungere la donna presso il pronto soccorso o le Forze dell’Ordine.
    ● Fare un colloquio con la donna, stabilizzarla, raccogliere le informazioni sull’accaduto e fare una prima valutazione del rischio.
    ● Contattare l’assistente sociale referente del Codice Rosa del territorio.
    ● Valutare, di concerto con la donna ed i servizi, l’eventuale allontanamento/messa in sicurezza.
    ● Verificare le disponibilità delle strutture convenzionate (le operatrici reperibili sono a conoscenza dei numeri e nomi da contattare) valutando la possibilità di trasferire la donna nell’alloggio h72.
    ● L’operatrice reperibile mantiene rapporti quotidiani con la donna presa in carico e si occupa di soddisfare le sue necessità.
    ● In caso di presenza di minori, l’operatrice consiglierà alla donna di sporgere querela per evitare il rischio di essere denunciata per sottrazione di minore e contatterà immediatamente i servizi di competenza.
     

    COLLOQUI

    I colloqui vengono effettuati presso le sedi dei Centri Antiviolenza o dei Punti di Ascolto, secondo gli orari di apertura settimanali di ogni singola sede.

     

    PERCORSI DI AUTONOMIA (EMPOWERMENT)

    È compito del Centro Antiviolenza trovare soluzioni per aiutare le donne nel percorso di uscita dalla violenza come ad esempio attivare borse lavoro, tirocini lavorativi, corsi di formazione e qualsiasi altra attività che sia in grado di fornire alla donna strumenti di autonomia personale ed economica, cogliendo le opportunità offerte dalla Regione Toscana, dai Centri per l’Impiego, dai Bandi e con accordi da sottoscrivere tra le aziende e l’Associazione Olympia de Gouges. Esperienze in questa direzione sono state avviate dal 2014 grazie ad un protocollo tra Provincia di Grosseto e Unicoop Tirreno.

     

    FORMAZIONE

    Organizzare corsi di formazione per nuove Operatrici all’Ascolto almeno una volta all’anno e corsi di livelli superiori o che affrontino argomenti specifici.

    La formazione comporta l’impegno per cercare le risorse necessarie e l’utilità di comunicare le opportunità formative della rete.

     

    SUPERVISIONE

    Organizzare mensilmente gli incontri obbligatori di supervisione per le operatrici di ascolto.

     

    AMA

    Attivare gruppi di auto – mutuo – aiuto per le donne che  escono dai percorsi del CAV o inviate dai servizi sociali.

     

    SKILL/PROFESSIONALITÀ RICHIESTE ALLE OPERATRICI

    Formazione specifica organizzata da un CAV delle reti di D.i.Re o Tosca per Operatrice di Accoglienza da ripetere con periodicità.

    Tirocinio in affiancamento ad una operatrice-tutor per un congruo periodo da valutare caso per caso.

    L’Operatrice di Accoglienza è obbligata al rispetto della riservatezza riguardo alle informazioni di cui viene a conoscenza durante i colloqui con la donna.

     

    CASA DI ACCOGLIENZA h72 A BASSA SOGLIA DI PROTEZIONE

    La casa di accoglienza a bassa soglia di protezione è situata nei locali di proprietà del Comune di Orbetello ed è attigua alla sede del CAV. Dal 2015 è stata data in gestione all’Associazione Olympia de Gouges. Accoglie donne vittime di violenza con i loro figli/e in situazione di pericolo. I figli/e devono essere minorenni. Le spese vive per il mantenimento della donna vengono sostenute dai servizi sociali del comune di provenienza della donna. Le operatrici volontarie si attivano per seguire la donna nelle sue necessità quotidiane per un minimo di due ore giornaliere.

     

    CASA RIFUGIO

    La casa rifugio ad indirizzo segreto, di proprietà del Coeso, è gestita dall’Associazione ed è attiva sul territorio dal 4 aprile 2015. Accoglie donne vittime di violenza che si trovano in situazione di pericolo insieme ai loro figli/e. Possono essere ospitati massimo due nuclei familiari contemporaneamente. La retta viene corrisposta dai servizi sociali, è gratuita per le donne del territorio della provincia di Grosseto.

     

    TAVOLI

    La presenza ai vari Tavoli a cui l’Associazione Olympia è chiamata a partecipare è affidata alla Presidente o ad una operatrice o una socia, dalla stessa designata, in base a professionalità, competenza e disponibilità. L’impossibilità a partecipare deve essere segnalata per predisporre una eventuale sostituzione. Il contenuto delle riunioni deve essere comunicato alla presidente e alle altre socie in base all’importanza e alla necessità.

    Elenco dei Tavoli attivi al 31 luglio 2018 con presenza di socie del CAV:

    Tavolo Tecnico Provincia
    Tosca
    D.i.Re
    Osservatorio – Statistiche
    Rete delle Donne Grossetane
    Cesvot
    Mosaico del Volontariato
    Comitato di partecipazione Asl

     

    RISORSE ECONOMICHE

    Tutte le socie di Olympia hanno il compito di segnalare alla Presidente, al Direttivo o alla Segreteria bandi, iniziative, aziende o privati che possano in qualche modo fornire risorse economiche utili alla vita dell’Associazione.

     

    COMUNICATI – MATERIALE INFORMATIVO – SITO INTERNET

    Tutto ciò che riguarda la comunicazione esterna è d’importanza strategica e merita cura ed attenzione, pertanto deve essere vagliata e condivisa dalla Presidente.